UmbertoBraccili.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Renzo in baracca per il cane e la terra da zappare

E-mail Stampa PDF

Non mi sento di condannare la signora di Popoli che ha letto quello che gli autori di Forum, programma mediaset ,hanno scritto sulle condizioni degli aquilani . Chi scrive quelle cose è pagato per scrivere quello che poi una signora deve leggere per 300 euro, triste eh. Certo dispiace un po’ che Rita Dalla Chiesa, figlia di un Prefetto morto per la libertà ,dica che non può controllare le carte di identità dei protagonisti del suo programma. Poteva chiederlo a “Giuda”. Chiamo in questo modo un mio amico di infanzia che ho rincontrato in un musical sulla risurrezione di Cristo. Io ero nel coro (non mi prendete in giro, ho fatto anche questo).Mi disse che era stato “attore” a Forum. Doveva recitare.Essere un marito che chiedeva la separazione per un motivo che francamente non ricordo. Andò peggio a “Giuda” della signora di Popoli .Per lui cinquecento mila lire che semplificando sono “solo” approssimando 250 euro .Colpa dell’inflazione o dell’argomento. Separarsi dalla moglie (lo fanno in tanti) non è certo come recitare l’aquilana terremotata con giardino e garage nei map ( puntato significa moduli abitativi provvisori, qualcuno teme che al posto di provvisorio arrivi la notizia che tutto sia definitivo). I map , non sono proprio il massimo ma sicuramente meglio che la tenda. In questo “pezzo” voglio parlarvi di chi ambisce ancora, dopo due anni dal sisma, a quelle casette dove fa freddo d’inverno e caldo d’estate e costano molto più delle casette di paglia già citate in questo sito. Non scrivo per la signora di Popoli ma alla figlia del Prefetto antimafia Dalla Chiesa. Lui si chiama Renzo e vive in una baracca .Cliccate sotto e vedete come si vive a meno cinque di notte senza riscaldamento di questi giorni ,non parliamo dell’inverno

Renzo ha due difetti. E’ single( senza famiglia a carico) e non è voluto andare in albergo sulla costa dopo il terremoto. I bacchettoni diranno” il governo ha messo a disposizione una stanza anche a Renzo, la sua è stata una scelta”. Ho imparato girando tra le macerie che chi non l’ha vissute, non può capire quanto sia duro cambiare vita dopo ventisei secondi di sisma. Ventisei secondi prima avevi la tua terra da zappare, i cani ,gli amici ,il paese. Ventisei secondi dopo sei un individuo solo senza moglie e prole che deve decidere se andare lontano dagli affetti(leggasi zappare la terra, accarezzare il tuo cane) o aspettare perché sei single

. Renzo ,come altre cinquanta persone nella sola Paganica, ha deciso si accarezzare il cane e zappare la terra. Non ci si spoglia del proprio “io” per 26 secondi di sisma, o meglio, è difficile.Ebbene Renzo abita in montagna sopra Paganica senza acqua ,che per lavarsi va a prendere in paese. Abbandonato con l’affetto comunque della onlus di Paganica che è riuscita a trovare un pannello fotovoltaico per avere nella “baracca” la luce.A due anni dal terremoto non ha ancora un map ,dove dormire e poi andare in campagna ad accarezzare il cane e zappare la terra.La signora di Popoli sa benissimo tutto questo, la signora Dalla Chiesa sa di tutto questo. Questo “pezzo” serve per informare, senza copioni da seguire… solo guardando... e a quel paese gli ascolti .

 

You are here: Foto e Video Renzo in baracca per il cane e la terra da zappare

Usiamo i cookies per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni, visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information