UmbertoBraccili.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

STUDI MEDICI ACCESSIBILI, LA "CHIUSURA" DI UN BRUTTO SOGNO

E-mail Stampa PDF

L'attento Claudio Ferrante, uomo da clonare per le sue molteplici attività , spulciando tra le mille carte sfornate dalla Regione Abruzzo, tirò fuori il problema. Gli studi medici, essendo privati, non dovevano abbattere le barriere architettoniche. Sembrava una barzelletta, di quelle che non fanno ridere. Il primo paragone che mi venne in mente fu quello con un bar. Se non c'è l'abbattimento delle barriere l'esercizio non può aprire i battenti. Ad un caffè ci puoi rinunciare ma alla salute, quella pubblica, no. E gia perchè se è vero che i medici di base sono privati professionisti in convenzione, è vero pure che le prestazioni sono pagate da un ente pubblico con soldi pubblici raccolti dalle nostre tasse. Oggi la ragione trionfa ma preoccupa perchè non abbia trionfato nelle settimane scorse. Grazie a carrozzine determinate archiviamo il tutto come un brutto sogno. Questo il comunicato dell'associazione di volontariato.

STUDI MEDICI ACCESSIBILI - VITTORIA! DI CARROZZINE DETERMINATE!

E’ stata la vittoria del diritto e  della dignità. Abbiamo ottenuto provvedimenti che riguardano un milione e trecentomila abruzzesi! Migliaia di cittadini disabili della nostra Regione! Provvedimento che si estenderà a tutta l’Italia!

Tutte le richieste della nostra associazione sono state accettate!

Abbiamo fatto ritirare il documento con il quale il Governatore Gianni Chiodi ed il Commissario Zuccattelli sostenevano che i medici non dovessero osservare le norme di abbattimento di barriere architettoniche presso tutti gli studi medici e i pediatri di famiglia d’Abruzzo. Avevamo ragione, quello era un provvedimento che non rispettava la costituzione, le norme e le sentenze vigenti.Una volta ottenuto questo importante risultato che ha fatto innervosire il commissario Zuccattelli, che ha abbandonato l’incontro, abbiamo dialogato con molta serenità e disponibilità con tutti i rappresentanti dei medici d’Abruzzo. Hanno accettato con entusiasmo le nostre proposte, dichiarando loro stessi che pur trovandosi in difficoltà, in particolare per gli studi medici situati nelle zone montane, ci hanno dato ragione e sono perfettamente d’accordo ad adeguare i loro studi rendendoli accessibili, programmando un piano da attuarsi nel corso del tempo. Precisamente:

  1. Nel mese di giugno la nostra associazione insieme ai medici d’Abruzzo organizzeremo a Pescara una giornata empatica di sensibilizzazione sulla tematica legata al problema delle barriere architettoniche.
  2. La Regione Abruzzo, rappresentata dalla segretaria del Governatore Chiodi, effettuerà tramite la ASL il censimento di tutti gli studi medici per verificare l’accessibilità e le criticità presenti.
  3. Da oggi tutti i pazienti abruzzesi con disabilità grave avranno la priorità alle file presso gli ambulatori medici e pediatrici. Negli studi verrà affisso un cartello che indicherà la priorità.
  4. Ogni studio medico dovrà avere nelle vicinanze almeno un parcheggio riservato alle persone con disabilità. Verrà emesso subito dalla regione Abruzzo un documento indirizzato ai tutti i sindaci della nostra regione.

 

Eravamo partiti dalla protesta per una circolare fuori legge emessa dalla regione Abruzzo ed invece abbiamo ottenuto altri 4 importanti provvedimenti che riguardano un milione e trecentomila persone in Abruzzo! Una conquista di civiltà e cultura grazie all’impegno straordinario delle “Carrozzine Determinate” e la disponibilità e la sensibilità dell’ordine e dei sindacati dei medici d’Abruzzo!

 

Montesilvano 29 aprile, 2014

 

IL PRESIDENTE ASSOCIAZIONE CARROZZINE DETERMINATE ABRUZZO

 

CLAUDIO FERRANTE

You are here: Diario STUDI MEDICI ACCESSIBILI, LA "CHIUSURA" DI UN BRUTTO SOGNO

Usiamo i cookies per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni, visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information