UmbertoBraccili.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Girare il Mondo per conoscere il Mondo

E-mail Stampa PDF

Torno a casa e due gesti ormai diventati come lavarsi i denti mattino, dopo pranzo e prima della buonanotte. La posta per tre quarti carica di noiosità e poi Facebook. Due messaggi. Il primo " è lei quel giornalista?" Non capisco. Avanti in un altro messaggio la traduzione. Lei si chiama Nadia, è di Prato. Mi ricorda che ci siamo conosciuti per telefono, una telefonata di emergenza. Leggo ricordo e sorrido. Sette anni fa, ero con Ermanno Prosperi come al solito in giro. Eravamo diretti a Castel del Monte per un barboso convegno decretatomi dal caporedattore. Sotto Fonte Vetica che è sotto il monte Camicia versante aquilano, vedo qualcosa di bello in un prato immenso. Un ragazzo, una ragazza, una capra, un cane e un asino. Quasi una frenata modello film americano e siamo gia in quel prato a parlare con i due ragazzi mentre l'asino aveva messo il freno a mano, la capretta si nutriva di erba fresca e il cane ci mostrava il suo affetto. Venne spontaneo, ovviamente, chiedere che ci facevano lì e soprattutto da dove venivano e dove andavano con quel passo. La risposta gentile fu che venivano da Villetta Barrea dove erano stati per 15 giorni. Il mezzo di sostentamento della vacanza era l'asino. Un giro in groppa dei bambini, pochi euro che diventavano tanti a fine serata perchè " l'asino ha sempre il suo fascino". Bella cosa dissi, ma ora dove andate. Mi rispose la graziosa fanciulla:" Torniamo a casa a Prato, in Toscana. Ancor oggi se dovessi scegliere tra una intervista a Renzi o ai due ragazzi, sceglierei i due "matti di libertà". Non penso ci sia cuore nell'altro caso.Il servizio va in onda e punto a capo si torna a girare per l'Abruzzo ma dopo pochi giorni, non so come, Nadia riesce ad avere il mio cellulare. Sta chiamando mezzo mondo perchè suo fratello e la morosa non sono ancora tornati a casa e al cellullare non rispondono. Chiamo il mio amico della Protezione Civile de L'Aquila che sparge la voce alle altre protezioni civili regionali. Sono stati ritrovati dopo due giorni in Provincia di Rieti, accampati perchè pioveva, da tempo, tantissimo. Nadia mi avvisa e ci salutiamo con un sorriso. Tutto è bene quel che finisce bene. Stasera il messaggio su facebook che mi dice che il fratello ha cambiato qualcosa, la fidanzata, ma non l'amore della sua vita, girare in libertà. E' ora in Vietnam con un libertandem pedalano e incontrano gente. Fantastico. Chiederò alla Rai di farne un servizio. Vi immaginate io e l'operatore Ermanno su un Raitandem girare per fare lo scoop della vita? Se volete conoscerli e mandare un messaggio la pagina facebook GODIMUNDI. Grazie Nadia di avermi portato indietro nel tempo ricordandomi un servizio felice, buon viaggio ragazzi che girate in

 

 

tandem il Vietnam. Dopo sei anni siamo tutti più tranquilli perchè hanno inventato il GPS.

You are here: Diario Girare il Mondo per conoscere il Mondo

Usiamo i cookies per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni, visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information