Il governo italiano non si schiera per quello che una persona normale ascoltando i racconti inorridisce. A dire il vero l’Italia da tempo non ha gridato allo scandalo . Da poco si e’ ricordata la giornata della memoria che in molte parti del mondo si consuma anche oggi. Ho modo di ascoltare tanti racconti che arrivano dal Venezuela. Grazie alla tecnologia ho trasmesso tante volte gli strazi di una popolazione che vive in miseria, che fa la fila per comprare qualcosa da mangiare, che non ha soldi per comprarla poiché lo stipendio di un dipendente e’ di 6€ e una

 

confezione di enterogermina costa al mercato nero tre volte di più. Muoiono i bambini, muoiono i malati di tumore che non trovano medicine. Commovente la comunita’ italo venezuelana che attraverso l’associazione ALI per il Venezuela raccoglie farmaci da spedire alla popolazione ma raccoglie anche denaro perché occorre una sicurezza costosa e attrezzata per far giungere negli ospedali i farmaci. Il 90 per cento della popolazione, e non da oggi, vive tutto questo in un paese ricco di oro e di petrolio .