Un libro scritto da Gianluca Cadeddu, scrittore giornalista sardo profondo conoscitore del Venezuela.

Celestino Ferreri va in Venezuela per indagare sui crimini perpetuati ininterrottamente sulla popolazione inerme e non reattiva alla finta rivoluzione dal Caudillo Hugo Chavez. Questo leader maximo, veniva incomprensibilmente apprezzato nel mondo per aver migliorato la situazione venezuelana e soprattutto quella dei poveri venezuelani. Tutto questo non sembrava reale a Celestino Ferreri che in Venezuela si ritrovava in un petrostato ricco, con una natura incomparabile, con i fiumi amazzonici ricchi d’oro e paradossalmente con l’80% della popolazione che viveva sotto la soglia della povertà. Chavez aveva nazionalizzato tutto ciò che era nazionalizzabile ma soprattutto aveva fatto degli accordi occultati al mondo per favorire e non ostacolare tutti i crimini commessi dai garimpeiros (i cercatori d’oro) sulle popolazioni indigene e soprattutto sugli indios Yanomami.

La nuova missione di Ferreri: difendere gli indios Yanomami; rivelare al mondo chi era veramente Hugo Chavez; eliminare la “Regina dell’oro”. Gli eventi storici vollero che mentre l’anarchico costruttivo compiva la sua vera rivoluzione in favore dei venezuelani, Hugo Chavez morì.
Le cascate, gli altopiani, i fiumi amazzonici, le isole caraibiche soddisfacevano a pieno ogni desiderio di pace e serenità del viaggiatore scrivente. Ma il suo desiderio di pace e serenità non l’aveva mai anteposto al suo desiderio di essere tormentato per fare le sue rivoluzioni. Doveva portare a termine la sua opera punitiva e sterilizzante. Essendo un sardo, dunque un isolano, anche sulle isole caraibiche venezuelane lo scrittore investigatore godeva di un senso impetuoso di Isolitudine Costruttiva che aveva sempre caratterizzato la sua vita viandante e i suoi amori.

E’ disponibile o ordinabile in tutte le librerie d’Italia, in tutti i bookstore online nazionali e internazionali e direttamente sul sito della mia casa editrice www.prospettivaeditrice.it